/ /

Mondo
28 Ottobre 2016 | di

E alla fine sente anche le voci. La rivelazione del presidente filippino Duterte, che promette: “Basta parolacce”

La promessa di non dire più parolacce del presidente filippino Rodrigo Duterte, noto ai media internazionali per la repressione del consumo di stupefacenti con metodi violenti (“Sterminerei i tossicodipendenti come Hitler fece con gli ebrei”), arriva in conferenza stampa dopo una rivelazione: “Ero in aereo, e mentre tutti dormivano sento una voce che mi dice “se dirai ancora parolacce farò cadere questo aereo”. Ovviamente a parlare con Duterte “è stato Dio“. Che evidentemente non ritiene di avere richieste più urgenti da fare al presidente

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×