/ /

Tecno
16 Ottobre 2016 | di

Dal pc che disseterà l’Africa alle protesi robotiche. A Roma gli inventori fanno rete dal basso

“Watly” è il computer gigantesco che disseterà il Terzo Mondo tramite l’energia solare, mentre “hands talking” sono i guanti robotici che permetteranno ai sordomuti di comunicare. Poi c’è anche “Ortunino”, il giardino portatile per insegnare ai bambini a prendersi cura della natura e “Diana”, la lampada che si spegne con un soffio progettata da un gruppo di studenti milanesi. Queste sono solo alcune delle invenzioni esposte all’European Maker Fair di Roma. “Qui si dà la possibilità al mondo degli innovatori e degli inventori di incontrarsi e metterle a frutto insieme, un modo per fare impresa dal basso”, spiega Massimo Banzi, co-fondatore del sistema hardware Arduino  di Gianluca Palma

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×