/ /

Scuola
30 Settembre 2016 | di

Napoli, 11 studenti ‘cancellati’ senza preavviso. Il preside: “Pochi per formare una classe”

A Napoli per undici studenti del liceo artistico Boccioni-Palizzi la scuola non è mai iniziata. Gli alunni della 4a N hanno infatti scoperto solo cinque giorni prima dall’inizio dell’anno scolastico che la loro classe, come stabilito dalla legge, a causa del numero ridotto di studenti (11) era stata cancellata. “Il numero minimo per formare una classe è di 22 alunni – spiega il dirigente scolastico Giuseppe Lattanzi – l’unica strada era l’accorpamento con un’altra classe ma anche qui il numero minimo deve essere di 12 studenti e non di 11, quindi l’Ufficio scolastico regionale ha bocciato la richiesta di formare la 4a N”. L’unica alternativa per questi ragazzi sarebbe cambiare indirizzo o addirittura istituto, opzione che non vogliono prendere in considerazione. Il preside della scuola ammette di aver commesso l’errore di aver avvisato troppo tardi alunni e genitori e nei prossimi giorni proverà nuovamente a chiedere all’USR di trovare una soluzione. “Mi chiedo dove sia questa buona scuola – dice uno dei genitori durante l’incontro con il Dirigente – si fa la lotta alle classi pollaio e poi una classe con 11 ragazzi che funziona bene, in cui sono stati tutti promossi, sono tutti motivati, viene cancellata”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×