/ / /

13 Settembre 2016 | di

Raggi, Travaglio: ‘Stampa raschia fondo del barile dandole una manganellata’

Quello che è successo ieri (domenica 11 settembre, ndr) rappresenta una delle pagine più vergognose che si siano mai viste nel mondo del giornalismo, non solo italiano“.Così il direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, ospite di Lilli Gruber a “Otto e mezzo” (La7), dopo che tutti i principali giornali in prima pagina, avevano dato ampio risalto a un pezzo di cronaca dell’Osservatore Romano sul maltempo a Roma scambiandolo per una critica al sindaco della Capitale Virginia Raggi (M5s) e dal quale il giornale della Santa Sede ha precisato di esserne all’oscuro. “Ma oggi – prosegue Travaglio – questa smentita che sbugiardava tutta la grande stampa italiana, se si cerca nelle prime pagine, non la trovi nemmeno con il microscopio ed è nascosta nelle pagine interne con formule strane. Questo significa che i giornali sul caso Raggi cercano di raschiare il fondo del barile dandole una manganellata”. Poi il direttore del Fatto aggiunge: “Questo è un grande boomerang per i nemici dei 5 stelle, perché fa dimenticare i loro errori contro l’esagerazione nell’aggredirli. Io spero, invece, che siano proprio loro a ricordarseli per primi per non ripeterli più”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×