/ / /

4 Settembre 2016 | di

Unioni gay, Adinolfi: “Sbagliato equiparare le famiglie. Comunità Lgbt lucrano potere e carriere politiche”

Confronto vivace tra il giornalista ultracattolico Mario Adinolfi e lo scrittore Lucio Fontana a In Onda (La7). Tema dello scontro: la famiglia omosessuale e il ruolo della chiesa. Dopo aver dissertato sull’omosessualità (“Esiste l’omosessualità come un essere, non come un fare”), Fontana accusa la chiesa di gravi interferenze. “In Italia – dice – il potere dell’autorità ecclesiastica è eccessivo fino al ridicolo e siamo una delle barzellette d’Europa”. Replica subito Adinolfi che accusa le comunità Lgbt di “lucrare potere e carriere politiche“. E aggiunge: “E’ sbagliato equiparare famiglia e ciò che famiglia non è“. Fontana, quindi ribatte: “Io non impedirei mai al signor Adinolfi di pubblicare un giornale dal titolo ominoso come ‘La Croce‘. Lei – aggiunge – predica un cattolicesimo e sacramenti eterni. Questo è antistorico”. La risposta di Adinolfi non tarda ad arrivare: “Il matrimonio tra omosessuali non è un vero matrimonio e i figli hanno il diritto di avere una mamma e un papà e non di comprarli, perché questa è una visione antropologica deviata”, con l’evidente riferimento all’ex governatore pugliese Niki Vendola

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×