/ /

Mondo
10 Luglio 2016 | di

Attentato a Dacca, parla la comunità bengalese di Milano: “L’Isis non c’entra. C’è dietro il regime”

Crediamo fermamente che l’Isis non c’entra nulla negli attentati di Dacca. Riteniamo che il nostro governo debba fornire maggiori spiegazioni, anzi abbiamo forti sospetti proprio su certi apparati governativi”. Così i rappresentanti del Bangladesh national party in Italia, che a Milano sono a capo dell’Associazione della comunità dei bengalesi della Lombardia. Li incontriamo in un ristorante indiano di vai Benedetto Marcello, a due passi dalla Stazione Centrale. Il Bnp è un movimento nazionalista di impronta islamica, attualmente all’opposizione nel paese teatro dell’attentato costato la vita a nove nostri connazionali. Il governo dello stato asiatico accusa il movimento di essere vicino all’estremismo jihadista come Jamaat e islami. “E’ vero – conferma Abdullah Al Mamun, presidente dell’associazione – noi siamo alleati con quel gruppo, che però non è mai stato bandito o considerato fuori legge. Se fosse composto da terroristi perché consentirgli di fare politica alla luce del sole?”. I bengalesi meneghini chiedono alle autorità internazionali di cercare la verità sui fatti di Dacca: “Troppe cose non tornano. Il Bangladesh era sino a qualche anno fa un paese tranquillo, dove convivevano pacificamente diverse confessioni religiose. Perché oggi non è più così?”  di Fabio Abati

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×