/ /

Media & regime
5 Luglio 2016 | di

Vatileaks, Nuzzi: “Devono prosciogliermi, ho fatto solo il mio lavoro”

“Il tribunale non può accogliere una distorsione del diritto di informare come sta portando avanti l’ufficio del pubblico ministero Vaticano. Io devo essere prosciolto perché ho fatto solo il mio lavoro“. E’ questo quello che si aspetta Gianluigi Nuzzi, giornalista e autore del libro inchiesta sul Vaticano, ‘Via Crucis’, in vista della sentenza sul processo Vatileaks in programma domani. Ieri i promotori di giustizia hanno chiesto la condanna ad un anno per il giornalista Mediaset e l’assoluzione per il collega Emiliano Fittipaldi, autore di “Avarizia”, per insufficienza di prove. Gianluigi Nuzzi, durante la conferenza stampa della rassegna culturale “Ponza D’Autore“, in programma nell’isola dal 21 al 31 luglio, ha spiegato che l’assoluzione di Fittipaldi “serve a far credere che in Vaticano ci sia uno Stato di diritto“. “Entrambi siamo accusati di concorso morale – afferma Nuzzi – perché rafforzavamo l’idea di diffondere le fonti, ma il giornalismo che cos’è? Di fronte ad una notizia si scappa?”. Il giornalista ricorda anche di aver “scritto un sms a Renzi perché ci sono dei giornalisti italiani sotto processo per reati non previsti dal nostro ordinamento” e conclude “sono convinto che entro la scadenza del suo mandato mi risponderà”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×