/ /

Ambiente & Veleni
30 Giugno 2016 | di

Greenpeace compie 30 anni: “Per il nostro compleanno accendiamo il sole a Lampedusa”

In occasione del trentesimo compleanno, Greenpeace Italia vuole continuare a rivolgere lo sguardo sul Mare Nostrum e lancia “Accendiamo il sole“, campagna di crowdfunding per regalare agli abitanti di Lampedusa energia pulita e rinnovabile: verrà finanziato un impianto fotovoltaico da 40 kWh da installare sul tetto del Comune di Lampedusa. “Lampedusa – spiega Greenpeace – è oggetto di un paradosso che accomuna molte delle isole minori italiane non collegate alla rete elettrica nazionale. Nonostante siano infatti famose per il sole e il vento, queste isole producono la quasi totalità della propria energia dal petrolio. Una fonte energetica sporca, inquinante e molto costosa, pagata in bolletta da tutti noi con oltre 60 milioni di euro di incentivi ogni anno”. “Con l’aiuto di tutti metteremo un primo importante mattoncino per un futuro 100% rinnovabile per Lampedusa e per tutti noi”, dichiara Luca Iacoboni, responsabile campagna Energia e Clima di Greenpeace Italia. Che aggiunge: “Questo impianto permetterà ai cittadini dell’isola di risparmiare circa 200 mila euro, evitando allo stesso tempo l’immissione in atmosfera di quasi 300 tonnellate di CO2, l’equivalente delle emissioni catturate da oltre 7 mila e 300 alberi in 10 anni”. Il progetto è già stato autorizzato lo scorso anno sia dall’amministrazione dell’isola che dalla Soprintendenza Beni Culturali e Ambientali di Agrigento, ma è stato nel frattempo bloccato da un cortocircuito burocratico che ha impedito l’accesso ai fondi di finanziamento

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×