/ /

Cronaca
1 Giugno 2016 | di

Milano, ballano sui binari per girare un video musicale: 4 ragazzi denunciati dalla polizia

Sfidavano la sorte ballando sulla massicciata dei binari della stazione centrale, a Milano, schivando i treni all’ultimo momento. Il tutto per girare un video musicale. Una bravata che, ai quattro ragazzi protagonisti, tutti 20enni italiani e incensurati, residenti nel capoluogo lombardo, Varese e Genova, è costata una denuncia per interruzione di pubblico servizio. La polizia ferroviaria di Milano, infatti, li ha sorpresi in flagranza la sera del 7 maggio alle 21 con videocamera e stereo in mano dopo diverse segnalazioni da parte dei capitreno. Gli agenti arrivati sul posto hanno visto i ragazzi mentre, incuranti del pericolo, si riprendevano e ballavano a suon di musica rap a pochi centimetri dai convogli in transito, ai quali era stata comandata la cosiddetta ‘marcia a vistà per motivi di sicurezza. I poliziotti, spiegano dalla questura, hanno utilizzato proprio quei treni come scudo per non essere notati e per evitare che i ragazzi, una volta accortisi della loro presenza, si mettessero in ulteriore pericolo scappando di corsa lungo i binari. E così tre di loro sono stati colti in flagranza e fermati, mentre il quarto, che era riuscito a dileguarsi, è stato identificato dalla Polfer nei giorni successivi a seguito di accertamenti. Quella sera il traffico ferroviario ha subito numerosi rallentamenti, con ritardi fino a 60 minuti circa, sia di treni veloci che regionali

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×