/ /

Mondo
25 Maggio 2016 | di

Grecia, dentro il campo di Idomeni: le ruspe distruggono le tende dei profughi

Secondo giorno di sgombero al campo di Idomeni. La priorità delle autorità greche è liberare i binari, occupati da quasi tre mesi. Questa ferrovia è uno dei collegamenti più importanti per la distribuzione nei Balcani dei prodotti in arrivo al porto del Pireo, passato nelle mani del gigante cinese Cosco poche settimane fa. Allontanati con bus i primi 3mila profughi, degli 8500 che vivevano a Idomeni, continuano le attività si smantellamento del campo. Le ruspe all’opera distruggono le tende dei profughi che assistono impotenti, in attesa di essere trasportati in un nuovo campo, questa volta autorizzato e gestito dall’Esercito  di Cosimo Caridi

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×