/ /

Media & regime
7 Aprile 2016 | di

Riina jr a Porta a Porta, Mentana contro Vespa: “Ospitarlo perché ha scritto un libro non è giornalismo”

“Parliamoci molto chiaramente. Sarebbe un mondo quello dell’informazione ben strano se si intervistassero solo i casi virtuosi, le persone perbene, quelle che non hanno nulla da nascondere o da rivelare. Ma qui la questione è un’altra: l’intervista al figlio di Riina viene effettuata soltanto perché il figlio di Riina ha un libro in uscita, questo si chiama in un altro modo, non è giornalismo-verità“. Così il direttore Enrico Mentana, durante la conduzione del Tg del La7, ha commentato l’intervista di Salvo Riina, figlio del boss con un libro in uscita, nel salotto di Porta a Porta. “Secondo noi, tutto ci sta dentro la televisione, tutto ci può passare, perché – ha concluso Mentana  – poi la scelta è quella del telespettatore che semplicemente cambia canale. Il problema è quando succede con i soldi che vengono imposti sotto forma di canone

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×