/ / /

8 Marzo 2016 | di

Roma, centinaia di bidelli in pensione vivono a scrocco negli appartamenti delle scuole

“Avrebbero dovuto riconsegnare i propri alloggi al momento della pensione, ma da anni continuano a viverci senza pagare alcun affitto né le utenze domestiche. Sono oltre 300 gli ex bidelli o custodi delle scuole romane che occupano impropriamente case e appartamenti all’interno degli istituti di proprietà del Comune di Roma pur non essendo più in servizio”. Questa la denuncia di Mario Rusconi, presidente dell’ANP (Associazione Nazionale Presidi), raccolta in un servizio andato in onda a Tagadà (La7). Una situazioni paradossale – si spiega nel video – che raggiunge il suo apice con il caso del Liceo Scientifico Isacco Newton: chi ci vive ha un affaccio meraviglioso su Santa Maria Maggiore, quartiere romano di enorme pregio

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×