/ /

Politica & Palazzo
5 Febbraio 2016 | di

Mafia, Pif: “Cuffariani nel Pd? Dovere morale sbarrare la strada a certi personaggi”

Al Senato per presentare l’App Noma di Tim, per sapere dove la mafia ha ucciso, Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, non si sottrae alle domande di attualità. A partire dall’annunciata transumanza nelle file del Partito democratico dei fedeli dell’ex governatore siciliano Totò Cuffaro, di recente uscito di galera dopo la condanna per favoreggiamento aggravato a Cosa Nostra. “Mi ero già espresso contro Crisafulli ai miei tempi, non è che nel frattempo ho cambiato idea nel condannare la vicinanza di certi personaggi al Pd”, mette in chiaro Pif che aggiunge: “Fino a quando ci sarà nel partito chi ritiene che è giusto stare lontano da certi individui io ritengo un dovere morale alimentare quella fiamma”  di Mauro Episcopo

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×