/ /

Politica & Palazzo
14 Gennaio 2016 | di

M5S, Di Maio: “Accordo con Intesa Sanpaolo per il microcredito. Quarto? Diffamati da Pd perché supero Renzi nei sondaggi”

“Questo accordo con Intesa Sanpaolo ci fa dire che le banche in Italia non sono sempre il demonio. Ci sono banche e banche: alcune aiutano chi vuole fare impresa e altre finanziano solo le proprie campagne elettorali, come forse è successo con Banca Etruria“. Lo afferma Luigi Di Maio, deputato M5S e vicepresidente della Camera, presentando la collaborazione con Banca Intesa Sanpaolo per la concessione del microcredito destinato a piccole e medie imprese alimentato dagli stipendi dei parlamentari cinque stelle. Poi Di Maio torna sul caso Quarto: “Il Movimento sta subendo un attacco diffamatorio. Ringraziamo la procura di Napoli e il pm Woodcock per quello che stanno facendo emergere, ma non accettiamo l’attacco diffamatorio del Pd che nasce nei giorni successivi a un sondaggio di Piepoli secondo cui io avevo superato Renzi e il Movimento stava per superare il Pd”. Di Maio aggiunge: “Restituiamo gli attacchi al mittente, la gente sta con noi. Mi fermano per strada e mi dicono che tutta la valanga che il Pd ci sta gettando addosso gli si ritorcerà contro. Il Pd, come dimostra anche l’indagine sull’europarlamentare Caputo, va avanti con un arresto o un’inchiesta al giorno. Non hanno credibilità. Non ci lasceremo intimidire – conclude Di Maio – da un partito responsabile della fondazione di mafia capitale”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×