/ /

Politica & Palazzo
20 Dicembre 2015 | di

Simonetti (Lega Nord) vs Boldrini: “Grazie signor presidente”. ”Se io sono signore, lei è la deputata”

E’ l’1 e 25 di notte e alla Camera è in corso la maratona per l’approvazione della legge di Stabilità. La presidente Laura Boldrini dà la parola al leghista Roberto Simonetti che dice: “Grazie signor presidente”. Ma subito la Boldrini lo interrompe: ”Signora, perché io non sono un uomo”. E da lì la bagarre. Simonetti insiste: ”Fa lo stesso, io mi rivolgo alla presidenza come voglio”. Ma la presidente della Camera non ci sta e dice: “Non fa lo stesso. Allora lei è la deputata. Si rivolga con rispetto”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×