/ /

Diritti
12 Ottobre 2015 | di

Figli di immigrati, italiani alla nascita? Guarda il vox di Ricca sullo Ius soli e rispondi al sondaggio

Che sia la volta buona per una legge sulla cittadinanza agli stranieri? Se ne discute da anni, ma ora qualcosa si muove. Martedì 13 ottobre alla Camera è atteso il voto su un testo di legge che agevola l’acquisizione della cittadinanza per i figli di immigrati nati in Italia nonché per i minori che vengano a vivere nel nostro paese. Il testo prevede due grandi filtri: chi nasce in Italia deve avere almeno uno dei genitori dotato di un permesso di soggiorno di lungo periodo (residenza legale da cinque anni); il minore che sopraggiunge in Italia entro i dodici anni e chi nasce da genitori sprovvisti del permesso di soggiorno di lungo periodo, deve aver compiuto almeno un ciclo di studio di cinque anni. Siamo tornati a discutere della questione con i cittadini in strada. Favorevoli e contrari si confrontano vivacemente. “Non se ne parla, la priorità è occuparsi dei problemi degli italiani”, obiettano i primi. “Sarebbe ora, chi nasce in Italia da genitori regolarmente residenti è cittadino italiano”, rispondono gli altri. C’è chi parla di un buon compromesso e chi vorrebbe filtri meno rigidi per quanto attiene ai requisiti per i genitori. E voi come la pensate? Lo “jus soli temperato”  vi convince? Dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince di più  di Piero Ricca, riprese Ricky Farina

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×