/ /

Politica & Palazzo
11 Ottobre 2015 | di

Lega, Salvini: “La normalità è sparare ai banditi e non ricevere minacce di morte”

“Un rapinatore dopo una rapina non si ferma all’alt e tira sotto un carabiniere mandandolo all’ospedale con varie ferite. Il carabiniere collega ha sparato, ha fatto quello per cui viene pagato, il rapinatore purtroppo è morto, purtroppo, purtroppo, purtroppo. Devo dirlo perché se no dicono che noi leghisti siamo cattivi. Ma si può vedere al Tg5 delle 13 i parenti di uno dei rapinatori uccisi da un gioielliere minacciare il commerciante di morte? E’ ora di riportare la normalità nel Paese“. Così Matteo Salvini, leader della Lega Nord, a Perugia, per l’appuntamento regionale organizzato a Pianello, dove c’è la sede della Lega Nord

 

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×