/ /

Lavoro & precari
3 Luglio 2015 | di

Marcegaglia, trasferiti a 100 km o licenziati. Operai sul tetto: “Impegni non mantenuti”

Sette operai sul tetto dello stabilimento Marcegaglia Buildtech a Milano. I lavoratori hanno dato vita alla protesta a partire dal 1 luglio, appena hanno saputo dell’alternativa che l’azienda poneva loro di fronte: trasferimento nell’impianto di Pozzolo Formigaro, in provincia di Alessandria a 100 chilometri di distanza, o il licenziamento. La vicenda ha avuto inizio un anno fa, quando Marcegaglia ha deciso di chiudere lo stabilimento milanese e portare la produzione in Piemonte. “Alcuni lavoratori hanno detto sì al trasferimento, altri hanno accettato una buonuscita – spiega Luciano Bruschi della Fiom Cgil Milano – Ma per i sette operai rimasti, c’era l’impegno dell’azienda a ricollocarli negli altri quattro stabilimenti lombardi“. Un impegno, sostiene la Fiom, che la società non ha mantenuto, benché ne abbia le possibilità. Così, i dipendenti hanno deciso di salire sul tetto. “Le condizioni dei lavoratori non sono le migliori – racconta Massimiliano Murgo, rsu Fiom Cgil, che partecipa alla protesta – Un operaio è in sciopero della fame, un altro ha un tumore al cervello. E il caldo fa il resto”  di Stefano De Agostini

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×