/ /

Lavoro & precari
3 Luglio 2015 | di

Inpgi, protesta dei cronisti sul presidente Camporese: ‘Compenso da 315mila euro, più di Mattarella’

Volano gli stracci all’incontro organizzato dal sindacato lombardo dei giornalisti Alg per parlare della riforma dell’Inpgi, la cassa di previdenza della categoria. Una riforma resa necessaria da un disavanzo superiore ai 118 milioni di euro tra i contributi versati dagli iscritti e le prestazioni pensionistiche e assistenziali offerte. E che colpirà con ogni probabilità anche gli ammortizzatori sociali. Si sta parlando di questo al Circolo della stampa di Milano, quando tra i partecipanti si leva più di una protesta per i compensi ricevuti da Andrea Camporese, il presidente dell’ente indagato per truffa aggravata nella vicenda Sopaf, che tra indennità e ‘ristoro’ per avere lasciato momentaneamente la sua posizione lavorativa porta a casa intorno ai 315mila euro all’anno. “Più del presidente della Repubblica Mattarella, ci sembra – dichiarano i giornalisti ai nostri microfoni -, vista la crisi dell’ente, quanto meno inopportuno come compenso”  di Luigi Franco

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×