/ /

Mondo
29 Giugno 2015 | di

Grecia, gente in fila ai bancomat di Atene: “Rivorrei la dracma, ma voto per stare nell’Euro”

“Spero che in futuro mio nipote possa avere la sua propria moneta nazionale: la dracma. Ma per ora io voto per restare nell’euro” Sono tanti i pensionati che questa mattina si sono recati agli sportelli bancari per ritirare le pensioni. Brutta sorpresa per loro, filiali chiuse e limite ai prelievi di 60 euro. Ieri notte si sono create lunghe code ai bancomat e già prima della mezzanotte molti distributori sono rimasti a senza contanti. “Non sono spaventata, i creditori non possono minacciare un intero Paese”, dice una giovane avvocatessa passando accanto a una filiale della National Bank. In città ci sono molti turisti, che non sembrano spaventati dalla situazione. “Varoufakis chi?”, esclamano un gruppo di ragazze asiatiche  di Cosimo Caridi

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×