/ /

Cronaca
15 Giugno 2015 | di

Migranti, vox alla stazione di Milano: “Via”, “No, via tu”. E la gente si mette a litigare

Il flusso continuo di migranti dal nord Africa divide gli animi. Le ragioni della solidarietà si scontrano con le asprezze della crisi economica e le divisioni dell’Europa. E c’è chi non rinuncia a mettere a frutto la paura per ricavarne consenso. Alla stazione Centrale di Milano l’ultima “emergenza profughi” ripropone uno dei dilemmi cruciali del nostro tempo: fin quando sarà sostenibile, senza un cambio di strategia, un’ondata di migrazione di così forte impatto sociale? Dialogando con i presenti, colpiscono da un lato l’umanità dei volontari, i quali sanno bene che prima di tutto viene la dignità delle persone; dall’altro, l’ostilità di tanti passanti, i quali dichiarano apertamente di non poterne più “di tutti questi stranieri”. Alcuni sostengono la linea del governatore della Lombardia, Roberto Maroni: “non accoglierne uno in più in Lombardia”. Altri ritengono che “l’unica soluzione” possibile sia una piena collaborazione fra i vari Stati europei. Ma in alcuni discorsi si avverte già un clima di guerra fra poveri   di Piero Ricca, riprese Pietro Menditto

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×