/ /

Scuola
22 Febbraio 2015 | di

Scuola, precari contestano Renzi: ‘Demogogia’. Lui: ‘Pagliacciate per andare in tv’

Insegnanti precari contestano il premier Matteo Renzi interrompendo più volte il suo intervento durante l’iniziativa ‘La Scuola che cambia, cambia l’Italia‘ che si è svolta a Roma. Non appena il premier prende la parola per il discorso di chiusura, dal fondo della sala un gruppo di docenti urla: “Fateci parlare, parlate con gli insegnanti. Basta demagogia“. Subito Renzi ribatte: “Lo stiamo facendo da sei mesi, poi magari ci prendiamo anche un caffè”.  A rispondergli è un altr docente precario: “Sono un iscritto al Pd e volevamo la parola per dire la nostra per migliorare la riforma“. “Chi ha idee, le tiri fuori”, risponde Renzi che riprende il suo discorso dopo l’allontanamento dei contestatori e aggiunge: “Chi viene qui per fare pagliacciate per uno spazio in televisione, lo spazio glielo diamo tranquillamente, ma noi stiamo facendo un’altra cosa”   di Annalisa Ausilio

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×