/ /

Speciale Quirinale
30 Gennaio 2015 | di

Delusione Fassino, zero voti. Lui scappa, lo staff: ‘No domande su Colle’

Il sindaco di Torino si arrabbia, molto. Piero Fassino (Pd) non vuol sentire parlare di Quirinale, nelle prime tre votazioni nessuno degli oltre mille elettori ha scritto il nome del ex segretario dei Ds, per l’elezione al Colle. Da settimane in Comune a Torino è vietato anche solo nominare il Quirinale. Fassino aveva lavorato sottotraccia, chiedendo il voto a diversi parlamentari, sembra con con scarsi risultati. Appena le telecamere de ilfattoquottidiano.it gli chiedono se si sentisse deluso dal risultato il sindaco scansa l’obbiettivo e scappa. Subito dopo arriva il suo ufficio stampa: “Siamo qui a parlare di sport, le elezioni per il Quirinale si fanno a Roma”, da dove sembra sia arrivato anche il malumore di Fassino di Cosimo Caridi

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×