/ /

Giustizia & impunità
28 Gennaio 2015 | di

NoTav, Erri De Luca: “Io un sabotatore? Questo è un processo alla libertà di parola”

Non è un processo politico, ma è di più: è un processo alla libertà di parola“. Con queste parole lo scrittore Erri De Luca ha commentato la prima udienza a Torino del processo che lo vede come imputato per “istigazione al sabotaggio” del cantiere Tav. “Sono uno scrittore – dice – non penso di poter istigare nessuno se non alla lettura o alla scrittura”. Nell’udienza di questa mattina, la giudice ha respinto la testimonianza di Mario Virano, presidente dell’Osservatorio sulla Torino-Lione, mentre nelle prossime udienze saranno sentiti il capo della Digos torinese, Giuseppe Petronzi, e il direttore generale di Ltf, Maurizio Bufalini. Al termine dell’udienza, fuori dal tribunale, decine di cittadini hanno organizzato una lettura collettiva dell’ultimo pamphlet di De Luca “La parola contraria(Feltrinelli) in segno di solidarietà  di Simone Bauducco

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×