/ /

Politica & Palazzo
2 Gennaio 2015 | di

Patto del Nazareno: sì, no, forse. Il 2014 dell’accordo tra Renzi e Berlusconi

Era il 18 gennaio 2014, quando il premier e segretario del Pd, Matteo Renzi, e Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, si incontrano al Nazareno, ovvero la sede del Partito democratico a Roma per siglare un “accordo, trasparente e alla luce del sole”, spiega Renzi. Che aggiunge: “Si fa una legge elettorale (l’Italicum) per cui chi vince governa stabilmente senza il diritto di ricatto dei partitini”. Nell’accordo ci sono altri due punti: la riforma del Titolo V e del Senato. Passano, però, i mesi e il Patto vacilla, viene messo in discussione, le riforme stentano a decollare, le sue fondamenta rischiano di sbriciolarsi e gli stessi parlamentari di maggioranza e opposizione non ne condividono appieno il contenuto. Agli inizi di luglio, un faccia a faccia tra Renzi e Berlusconi sembra rinsaldare il Patto, ma un nuovo interrogativo aleggia ora sul suo contenuto: nell’accordo è presente anche l’elezione del presidente della Repubblicadi Manolo Lanaro e montaggio di Samuele Orini

→  Sostieni l’informazione libera: Abbonati rinnova il tuo abbonamento al Fatto Quotidiano

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×