/ /

Politica & Palazzo
23 Novembre 2014 | di

Roma, all’Infernetto sit-in fascista: ‘Non vogliamo immigrati’

I manifestanti (un centinaio in tutto) giunti all’Infernetto si mettono dietro con un lungo striscione con la scritta: “Alcuni italiani non si arrendono”. Sono contro il trasferimento di una parte dei migranti nel quartiere. Alla testa della manifestazione i rappresentanti di Casapound, con il leader Simone Di Stefano, e il leghista Mario Borghezio. I toni sono quelli che si registrano da giorni in altre borgate romane: “Non li vogliamo, andassero nei loro paesi. Non lavorano e rubano”. L’eurodeputato della Lega fa propaganda e a chi gli chiede se ha intenzione di candidarsi a sindaco di Roma un giorno, risponde: “Sarei onorato se qualcuno facesse il mio nome, ma qui serve un romano”  di Loredana Di Cesare e Mauro Episcopo

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×