/ /

Cronaca
9 Ottobre 2014 | di

Violenza su 14enne, suocera dell’arrestato: “Scherzo banale. Ferite? Colpa della tuta”

“Il ragazzo di 14 stava dormendo sul divano nell’autolavaggio. A.D. per giocare ha preso il compressore e gliel’ha buttato addosso, mentre V.E. stava riprendendo tutto con il cellulare. Poi il ragazzino, che era vestito con la tuta leggera del Napoli, si è svegliato infastidito e gli ha detto una paraloccia. Allora mio genero V.I. ha spostato il compressore e l’ha messo di lato al ragazzo. Ma è un omicidio questo? E’ stato uno scherzo banale“. Così la suocera di V.I., il 24 anni fermato per tentato omicidio e accusato di aver violentato con la pistola ad aria compressa il 14enne napoletano, causandogli lacerazioni all’intestino, ricostruisce ai microfoni de ilfattoquotidiano.it il gravissiomo episodio accaduto mercoledì pomeriggio a Napoli, nel quartiere di Pianura. “Se avesse voluto uccidere il ragazzino – prosegue la suocera – avrebbero fatto un’altra cosa. Mio genero – aggiunge – è stato arrestato mentre gli altri due ragazzi e il proprietario dell’autolavaggio sono liberi, perchè è l’unico ad aver fatto mea culpa“. Ad aggiungere altri dettagli è il padre di V.I. che accusa il branco: “Mio figlio non lavora qui. Quindi il proprietario e gli altri due si stanno difendendo tra di loro”  di Fabio Capasso
(Sono stati inseriti degli effetti sonori per coprire i nomi delle persone interessate)

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×