/ /

25 Settembre 2014 | di

Servizio Pubblico, vedova Raccagni: “La morte di un uomo semplice”

Parla la vedova di Pietro Raccagni, l’uomo ucciso per mano dei alcuni rapinatori durante una tentativo di rapina. E ad un passo dalle case svaligiate sarebbe dovusta sorgere una caserma. La signora Federica precisa: “Ringrazio i carabinieri di Chiari e di Brescia per il lavoro svolto ma sono troppo pochi. Chiediamo tutti più protezione, più controlli. I furti vanno puniti come un reato grave. Le leggi devono essere più punitive”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×