/ /

Cronaca
18 Luglio 2014 | di

Rai, l’esperto: ‘Funghi velenosi ‘cucinati dalla Clerici’, pericolosa disinformazione’

Non ha dubbi Luigi Cocchi, referente nazionale per la micotossicologia dell’Associazione Micologica Bresadola (Amb). Quelli cucinati durante la puntata su Rai1 del 22 maggio scorso de ‘La prova del Cuoco’, programma condotto da Antonella Clerici, erano funghi velenosi. “Si tratta di Gyromitra esculenta, una specie considerata velenosa, come si può anche verificare sull’opuscolo pubblicato dal ministero della Salute ‘I funghi: guida alla prevenzione delle intossicazioni’. A pagina 13 c’è l’immagine del fungo che è stato preparato, con un teschio rosso. È una specie che non può essere commercializzata, quindi anche se fosse commestibile, non potrebbe comunque essere cucinata in tv.” Per protestare ha inviato alla Rai una lettera-denuncia, sottoscritta anche dal Centro Antiveleni dell’Ospedale Niguarda di Milano, dove si specificava: “Quando si parla di funghi bisogna evitare la superficialità che, durante ‘La Prova del Cuoco’ del 22 maggio, ha portato a realizzare un piatto con una specie velenosa. Nelle immagini – si legge – abbiamo identificato funghi appartenenti alla specie Gyromitra Esculenta. Il nome popolare errato citato nella trasmissione è spugnola, ma quello corretto sarebbe spugnola falsa o falsa morchella”. Ma ancora non hanno ricevuto nessuna risposta. E non è la prima volta che alla Rai si fa confusione sui funghi. Cocchi segnala un vero e proprio problema nell’informazione: “Spesso ci si rivolge al primo venuto”. Abbiamo provato a contattare telefonicamente Antonella Clerici per un commento, ma la conduttrice ci è stato risposto essere “in vacanza”  di Chiara Carbone

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×