/ /

Media & regime
3 Giugno 2014 | di

Rai, Freccero: “Tagli milionari? Segnale di disprezzo di Renzi per tv di Stato”

“Questo taglio di 150 milioni di euro è il sintomo di un disprezzo totale verso la Rai”. Secondo Carlo Freccero, ex direttore Rai2 e Rai4, “quel pubblico lì che ha votato, il suo pubblico democristiano” del Presidente del Consiglio Matteo Renzi “adora la Rai”. “Se a quel pubblico togli ‘Don Matteo’ – dice in un convegno a Roma – si incazza veramente, deve capire che se lui è democristiano deve essere un po’ più furbo”. “Per lui – aggiunge – la cultura è solo cibo, è solo Farinetti: lui avrebbe voluto che il ministro della Cultura fosse Farinetti”. Critica poi la gestione del servizio pubblico negli ultimi anni: “La Tarantola non è all’altezza – conclude –. Io sarei stato all’altezza”  di Paola Mentuccia

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×