/ / /

Pizzi & Merletti
3 Giugno 2014 | di

Pizzi & merletti, Cirino Pomicino si è sposato. Ecco il filmino per regalo

Geronimo, cioè Paolo Cirino Pomicino (ex ministro Dc), si è sposato. Nuovamente. Lo era già, infatti, ma la duttilità democristiana ha sempre concesso ai cattolici scudocrociati, militanti e praticanti, un passaporto diplomatico per le loro eversioni terrene (incluse quelle affettive). Cirino, della politica e del sentimento, è un cuore matto tanto che, anche di cuori, ne ha già cambiati due. Di partiti, invece, nell’ultimo ventennio, un po’ di più; tutto nell’instancabile ricerca di un nuovo spiazzo dove montare il proprio piccolo palco su cui mostrare i virtuosismi di una logica intellettuale e politologica così veloce e impalpabile da non lasciare traccia fossile; Pomicino segna percorsi apparentemente lineari, ma evanescenti quanto le scie aeree che seguono nel cielo gli arabeschi delle traiettorie. Comunque si è sposato e noi gli facciamo tanti auguri perché la cartolina laica della sua cerimonia è un dagherrotipo dell’Italia che fu nel tempo del 3D. Più dei pieni colpiscono i vuoti e le ombre delle presenze in maschera. L’ombra di un sindaco celebrante, Ignazio Marino, genovese a Roma, che con voce flautata e incerta celebra l’elegia vibrante e potente dell’amore appellandosi a Neruda per richiamare un vigore che gli sfugge. Quella del testimone di lui, Gianni De Michelis (ex ministro Psi), spentosi in un contrappasso della vivacità, fisica e intellettuale che lo fece caricatura o della testimone di lei, Luisa Todini (presidente di Poste e consigliere Rai), eterna protagonista pubblica in ragione di ragioni che sfuggono alla ragione. Ma sono i vuoti, appunto, che riempiono più dei pieni. Il rito ripetuto di Lella e Lello-Fausto Bertinotti (ex segretario di Rifondazione comunista), fuori tempo, fuori luogo, fuori da un senso (se non fosse per le sempre pertinenti giacche della marescialla Lella capaci di sostenere con onore una parata militare della Corea del Nord). O dell’elefantino smunto, Giuliano Ferrara (direttore de Il Foglio), annoiato ormai di un tutto che include anche il sé, obbligato a trascinarsi tra i cervelli acuti, e un po’ riposti, di Rino Formica (ex ministro Psi) e Paolo Villaggio. Hanno tutti diritto di celebrare un tempo anche se quel tempo sembra essersi un po’ stufato. A voi una nuova puntata di ‘Pizzi & merletti’  di Umberto Pizzi, editor Paolo Dimalio, testo di Antonio Frassica, grafica Pierpaolo Balani – da un’idea de ilfattoquotidiano.it (Continua…)

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×