/ /

Terza pagina
11 Febbraio 2014 | di

Ortensia con gli effetti della marijuana? I coltivatori ironizzano: “Lo sballo è vederla fiorire”

Fumare l’ortensia al posto della cannabis. Succede in molti paesi d’Europa, in Francia, Germania e Olanda, dove si moltiplicano i furti delle piante nei vivai. I petali del fiore vengono essiccati e mescolati al tabacco e producono effetti simili ad uno spinello di marijuana. La moda non è ancora arrivata in Italia. Molti fiorai e proprietari di vivai cascano dalle nuvole e ironizzano sulla notizia. “Oggigiorno si fuma di tutto – è il commento che va per la maggiore – stiamo alla frutta”. Per capirne di più siamo andati a Bolsena, vicino Viterbo, la città delle ortensie, dove ogni anno a giugno si celebra una festa. “Qui potrebbero andare al lago raccoglierla e fumarla, perché ci sono piante dovunque – ci spiegano Mauro ed Eliana che gestiscono un vivaio specializzato – a Bolsena cresce benissimo grazie al microclima umido e al terreno vulcanico”. Mauro coltivatore e collezionista da venticinque anni lancia l’allarme: “E’ gratis e legale rispetto alla cannabis, però l’ortensia è tossica perché contiene cianuro, se ingerita o fumata può essere mortale”.  “Nemmeno gli animali la mangiano – aggiunge Eliana –  questo la dice lunga”. “L’unica specie di ortensia commestibile è quella giapponese con cui noi facciamo il tè, la marmellata e la grappa, ed è l’unica a non essere velenosa” specificano i coltivatori. “Non capisco davvero che piacere c’è a rischiare di morire per avvelenamento –  chiosa Mauro – sarà che io mi sballo soltanto a guardare le ortensie fiorire o ad ammirare il tramonto al lago  di Irene Buscemi

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×