/ /

Cronaca
7 Febbraio 2014 | di

Napoli, Benjamin: ‘Ho salvato quella donna, gli italiani guardavano senza far nulla’

“Se ho paura che possa succedermi qualcosa? Certo, ma sono convinto di aver fatto la cosa giusta. So che Dio mi proteggerà”. A parlare è Benjamin, il giovane nigeriano che lo scorso primo febbraio, a Napoli, ha fermato uno scippatore a bordo di uno scooter, recuperando la refurtiva rubata a una donna. Il tutto mentre gli altri passanti restano a guardare senza intervenire. “L’ho fermato perché quando vedo qualcuno che prova a rubare quello che non è suo – dice Benjamin, che per sopravvivere spesso è costretto a chiedere l’elemosina – non riesco a stare fermo a guardare. Lì c’erano molti testimoni e io gli dicevo di chiamare la Polizia, ma nessuno lo faceva e alla fine il ladro è riuscito a scappare (poco dopo il malvivente è stato comunque arrestato, ndr). In Nigeria queste cose non succedono: da noi se c’è un ladro lo si rincorre e lo si consegna alla polizia”. “In Italia mi è capitato più volte di vedere scippi senza che la gente intervenga. Non è giusto: si dà ai ladri il potere di rubare ancora”  di Andrea Postiglione

 

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×