/ /

Giustizia & impunità
27 Dicembre 2013 | di

Tv, “I ragazzi di Pippo Fava”: il trailer del docufilm sul giornalista ucciso dalla mafia

Pippo Fava fu ucciso la sera del 5 gennaio 1984: cinque colpi di pistola davanti al Teatro Stabile di Catania, un quarto d’ora prima era uscito dalla redazione de ‘I siciliani‘. Nel trentennale del suo assassinio RaiTre proporrà un docufilm sulla vita e l’impegno antimafia dell’intellettuale siciliano che morì per aver ostinatamente difeso il diritto di cercare e raccontare la verità. “Io ho visto molti funerali di Stato: molto spesso gli assassini erano sul palco delle autorità”, disse in tv a Enzo Biagi pochi giorni prima di essere ucciso.  Ma Pippo Fava non era solo un grande giornalista libero e indipendente: è stato anche un maestro di impegno civile. Scelse deliberatamente di condividere il progetto del suo giornale, ‘I siciliani’, soltanto con un gruppo di giornalisti ventenni, nella convinzione profonda e orgogliosa di trasmettere a quei giovani un progetto di vita. “A che serve vivere se non si ha il coraggio di lottare?”, ripeteva Fava in ogni occasione. Il docufilm, ideato e scritto da Gualtiero Peirce e Antonio Roccuzzo, prodotto da Cyrano New Media con RaiFiction, regia di Franza Di Rosa, è tratto dalle pagine di “Mentre l’orchestrina suonava gelosia”, un libro recente scritto da Roccuzzo, che fu appunto uno dei “carusi”, uno dei Ragazzi di Pippo Fava. In anteprima il trailer

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×