/ /

28 Novembre 2013 | di

Servizio Pubblico, Santanchè: “Berlusconi come Mazzini, Mandela e De Gaulle”

L’intervento di Daniela Santanchè esordisce con una querelle con Michele santoro, accusato di aver imbastito una rete di balle e bugie sulla manifestazione dei militanti di Forza Italia pro Berlusconi. La parlamentare sostiene che in piazza ci fossero 20mila persone. Inevitabile la replica del conduttore: “Vabbé, finché siamo sulle balle diciamo 20.000”. La Santanchè affronta il tema della decadenza del cavaliere: “Berlusconi è il primo contribuente dello Stato ed è sceso in politica solo per amore del proprio Paese. Perché quando vedo Berlusconi nella cronaca giudiziaria e non nella storia d’Italia è una favola come dire che Berlusconi è un evasore fiscale perché è il primo contribuente con 10 miliardi di euro”. E menziona Mazzini, Mandela e De Gaulle che come Berlusconi sono finiti in galera, ribadendo lo stato di lutto in cui versa Forza Italia. E aggiunge: “Ieri la libertà ci è stata tolta, non c’è più”. Infine, l’attacco a Giorgio Napolitano: ” Avrei voluto un Presidente della Repubblica che doveva rappresentare i 10 milioni dei voti di Silvio Berlusconi senza perdere tempo dietro ai grillini. Invece Napolitano ha fatto pagare a noi tutti quattro badanti del governo Letta, i senatori a vita, che sono di sinistra. Quello fatto a Berlusconi è una vergogna politica e quando gli italiani capiranno chi c’era a capo del complotto, capirete tante cose”. Santoro, però, sottolinea la balla di Santanchè: “Ha detto che Berlusconi non è mai stato battuto nelle urne”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×