/ /

Politica & Palazzo
28 Settembre 2013 | di

Gino Strada contro Napolitano: “Ha paragonato magistrati a delinquenti”

Il fondatore di Emergency a Piacenza in occasione del festival del Diritto attacca le parole di Giorgio Napolitano pronunciate a commento del discorso di Silvio Berlusconi alla tv della scorsa settimana: “Mi preoccupo quando chi dovrebbe essere il garante della Costituzione mette sullo stesso piano delinquenti e magistrati, a maggior ragione se è il presidente della Repubblica”. Strada era ospite di Stefano Rodotà che della manifestazione piacentina è il responsabile scientifico. Davanti alle telecamere del Fatto Quotidiano i due ricordano i giorni della candidatura al Quirinale ad aprile, quando entrambi furono proposti dal Movimento 5 stelle. Il medico fece spazio al costituzionalista: “Speravo che questo signore diventasse capo dello Stato, ma spero ancora lo possa diventare visto che lo vedo in forma”. Il costituzionalista imbarazzato risponde: “È il dottor Strada che mi ha lanciato, è lui responsabile di questa vicenda della mia vita”. Poi Rodotà prosegue: “Essermi trovato in compagnia di Gino in un momento così importante della mia vita come i giorni dell’elezione per il Quirinale, è una di quelle cose che mi piacciono molto”. Infine il chirurgo rivela: “Potremmo presto aprire altri ambulatori di Emergency in Italia: 9 milioni di persone in questo Paese non riescono a curarsi”  di David Marceddu

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×