/ /

Politica & Palazzo
28 Settembre 2013 | di

Dimissioni ministri Pdl, Padellaro: “Cieca obbedienza a B. tumore della democrazia”

“Non era mai successo nella storia delle democrazie che un intero gruppo parlamentare e i ministri di un governo si dimettessero in blocco per ordine del padrone”. Così il direttore del Fatto Quotidiano commenta la decisione del Pdl di ritirare i propri esponenti dall’esecutivo Letta. “E’ peggio di un’estorsione – continua Padellaro – Berlusconi pretende provvedimenti che gli evitino la decadenza da senatore e per ottenere ciò mette il Paese in una situazione molto grave”. Infine la stilettata al Pd e al Quirinale: “Quando si decise di formare il governo di larghe intese, come mai nessuno ha messo in conto i ricatti del Cavaliere? Lo avevano capito tutti tranne i Democratici e il Colle”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×