/ /

Politica & Palazzo
19 Settembre 2013 | di

Mughini: “Telefonata di Giuliano Amato adamantina, il Fatto indecente”

Il Fatto Quotidiano fa un tiro al bersaglio indecente e ossessivo per una telefonata adamantina di 23 anni fa. Io avrei utilizzato le stesse parole di Giuliano, virgola per virgola”. Così Giampiero Mughini, ben pungolato da Giuseppe Cruciani a ‘La Zanzara’ (Radio24), commenta l’audio pubblicato dal Fatto Quotidiano circa la telefonata del neo-giudice della Consulta Giuliano Amato e della vedova del senatore socialista Paolo Barsacchi. “E’ un attacco indecente” – continua – “ad una delle poche risorse di questa nostra povera repubblica, ad un uomo tra i più esperti e collaudati della nostra difficile democrazia, ad uno dei padri del riformismo moderno. Ed io rabbrividisco a vedere delle nullità come il Movimento 5 Stelle accanirsi contro un uomo del valore di Giuliano“. E sul Fatto rincara: “Fa del tiro al bersaglio la sua gloria, è un giornale che spara calci negli stinchi dalla mattina alla sera. Bisognerebbe affidare a quelli del Fatto per una settimana il governo del Paese, così vediamo cosa combinano”. Sul vicedirettore del Fatto dichiara: “Travaglio fa benissimo il suo lavoro, che è quello di un giornalista accanito, di parte, brillante, ben documentato, ma naturalmente è un lavoro destinato alla claque dei lettori del Fatto, i quali ogni mattina si entusiasmano a sentire quanto sono puzzolenti quelli del Pdl e compagnia cantante”. Critica feroce anche contro Beppe Grillo: “Non credo di aver mai visto un caso come quello di Grillo. Un nulla patente forte di schiamazzi e arrampicate sul tetto di Montecitorio, un poveraccio, un comico di terz’ordine. Prima pensavo fosse un buon comico che si meritava i soldi che guadagnava”  di Gisella Ruccia

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×