/ /

Diritti
29 Giugno 2013 | di

Milano, 1500 sordi in marcia per il riconoscimento della Lingua dei segni

È terminata ieri pomeriggio a Milano, davanti a Palazzo Marino, la grande manifestazione indetta dalle associazioni dei sordi per il riconoscimento della Lis, la Lingua dei segni. Una questione che viene da lontano e che il popolo dei non udenti è intenzionato a risolvere, rivendicando il diritto a farsi comprendere anche da chi non conosce la loro lingua. Una rappresentanza francese è partita da Parigi lo scorso 18 maggio e ha compiuto il percorso di 950 chilometri che li ha portati il 28 giugno fino a Milano. Una marcia simbolica per chiedere il riconoscimento ufficiale della lingua dei segni, che proprio a Milano, nel 1880 era stata bandita dalle scuole, in occasione di un congresso che ha varato pratiche educative ampiamente superate dal tempo. Ieri 1500 non udenti di tutta Italia hanno sfilato per le vie di Milano e una delegazione ha incontrato il sindaco della città Giuliano Pisapia, che ha promesso di farsi carico della loro istanza, sensibilizzando sul tema i sindaci di tutta Italia  di Alessandro Madron

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×