/ / /

30 Maggio 2013 | di

Servizio Pubblico, Martina Guarascio: “Non vogliamo lasciare la casa di mio padre”

Sandro Ruotolo intervista Martina Guarascio, la figlia di Giovanni che due settimane fa, a Vittoria, si è dato fuoco. Martina, che è insieme ai fratelli Carlo e Claudia, rivela che la mamma è ancora in prognosi riservata e non sa ancora nulla della tragica morte del padre. Martina racconta la storia che ha spinto Giovanni a darsi fuoco: “Fino al 1995 ha sempre pagato senza problemi la rata del mutuo. Poi con la crisi sono iniziati i problemi”. Giovanni Guarascio aveva poi fatto per la casa un’offerta di 25mila euro alla banca. Ma è stata comunque data all’asta: a 26mila euro. Martina ribadisce che lei e i suoi fratelli non vogliono abbandonare la casa che il padre ha costruito per loro

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×