/ /

Giustizia & impunità
20 Maggio 2013 | di

Esclusiva Servizio Pubblico: il video di Bernardo Provenzano in carcere

Il format di Michele Santoro pubblica le immagini del carcere di Parma dove il boss è rinchiuso in regime di 41bis. Il video solleva molti interrogativi sui misteri che avvolgono la sua detenzione, tant’è che la Procura di Palermo ha aperto un’indagine a riguardo. E’ la prima volta, dal giorno della sua cattura nel 2006, che si vede il boss. “Pigghiasti lignate?”, chiede il figlio minore di Provenzano a colloquio col padre. “Lignate, sì. Dietro i reni…”, risponde Zu Binnu. Bernardo Provenzano ha davvero tentato il suicidio nel maggio 2012? Davvero, come riferiscono più fonti, il boss sarebbe stato prossimo a un’eventuale collaborazione? E, infine, qual è la dinamica delle numerose cadute registrate in cella nel corso dell’ultimo anno, in particolare l’ultima che l’ha ridotto in coma?

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×