/ /

Politica & Palazzo
25 Gennaio 2013 | di

Mps, Grillo accusa il Pd: “Sono i veri responsabili. Hanno spolpato la banca”

Lo Tsunami tour elettorale di Beppe Grillo approda a Siena, in una città scossa dal nuovo scandalo dei derivati del Monte dei Paschi. Il leader dei 5 stelle ne ha per tutti. In primis, per il Partito Democratico: “Siena aveva una banca straordinaria, ma è stata spolpata da un partito politico: il Pd, ex Ds. I responsabili sono loro”. Grillo, che oggi parteciperà all’assemblea degli azionisti di Mps, accusa anche Anna Maria Tarantola, ai tempi vicedirettore della Banca d’Italia: “Questo scandalo è molto più eclatante della Parmalat, dov’era la signora Tarantola, che oggi è presidente della Rai; cos’ha vigilato?”. Parole molto dure anche per Antonio Ingroia e la sua Rivoluzione civile: “I magistrati non dovrebbero candidarsi in politica – ha detto Grillo – se non dopo aver lasciato la professione per tre anni. Ingroia è una civetta; la foglia di fico dietro cui si riciclano i vecchi partiti: comunisti, Italia dei Valori, Verdi. Vuoi vedere che appena entrati in Parlamento si sciolgono? Mi ci gioco le p…e”. Al termine del comizio, un gruppetto di studenti di sinistra ha contestato Grillo per le sue parole sull’antifascismo nel video girato da Casa Pound, diffuso una decina di giorni fa. Ne è nata una zuffa con alcuni sostenitori del Movimento 5 stelle, andata avanti per diversi minuti tra insulti e spintoni di Tommaso Rodano

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×