/ /

Politica & Palazzo
17 Gennaio 2013 | di

Pd, Papania: “Abuso d’ufficio? Non è un reato grave, capita a un politico”

“Mi ricandido nel Pd, perché il mio è un abuso d’ufficio non patrimoniale. E’ un reato non grave e può capitare a qualsiasi amministratore. E posso dire che non è grave, posso dire quello che voglio“. Sono le parole rilasciate a “La Zanzara”, su Radio 24, da Antonio Papania, senatore del Pd di Alcamo, nonchè membro della lista degli impresentabili denunciata da Franca Rame. “Non sono preoccupato” – continua – “perchè secondo lo statuto del Pd posso tranquillamente candidarmi. Il tribunale di Palermo ha dichiarato che il reato è estinto e quindi sono completamente riabilitato”. Il parlamentare ammette che il patteggiamento a due mesi e venti giorni costituisce una “macchia”, ma giustifica così il tutto: “All’epoca avevo 38 anni e pensavo che dopo il patteggiamento non se ne sarebbe parlato più. Così mi consigliò l’avvocato, ma non lo rifarei e andrei direttamente a giudizio”. E aggiunge: “Io sono garantista e capisco Cosentino, non avendo una condanna. Fa bene a ricandidarsi e a battersi, perchè non ha nessun rinvio a giudizio, non è sotto processo, non ha nulla per cui si dovrebbe tirare indietro“. Non mancano, però, i commenti poco lusinghieri su Franca Rame. “Mi ha dato dell’indegno” – afferma Papania – “ma è un’accusa che rispedisco al mittente. Anche lei è stata paracadutata in Parlamento”. E infine attacca Il Fatto Quotidiano: “Mi danno dell’impresentabile ma bisognerebbe capire chi c’è dietro. Ci sono formazioni politiche che vogliono fare alleanze con il Pd come Ingroia, che è molto amico di Travaglio. Ma tra lui e Berlusconi voterei comunque Ingroia”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×