/ /

Politica & Palazzo
15 Gennaio 2013 | di

Storace: ‘Ho offerto una candidatura a A.Crespi’. E ammette il cumulo dei vitalizi

“Volevo candidare Ambrogio Crespi al Parlamento, ma lui ha rifiutato”. Il candidato per il centrodestra alla Regione Lazio e leader della Destra, Francesco Storace, ospite alla diretta streaming de Il Fatto Tv, ha rivelato: “Volevo candidare Ambrogio Crespi al Parlamento, ma lui ha rifiutato dicendomi: ‘Sono entrato da cittadino in carcere e voglio uscire da cittadino libero'”. Ambrogio Crespi è agli arresti dal 10 ottobre 2012, secondo i magistrati milanesi Crespi avrebbe rastrellato voti , grazie ai suoi contatti con la criminalità organizzata milanese per l’assessore regionale della Lombardia, Domenico Zambetti. Luigi Crespi, fratello di Ambrogio, cura la comunicazione per Storace. L’ex governatore sulla composizione delle liste regionali ha ufficializzato la candidatura a capolista di Fidel Mbanga-Bauna, il giornalista di origine congolese del TgR del Lazio (Rai3. Nei giorni scorsi quando era filtrata la voce sulla sua candidatura, la pagina Facebook di Storace era stata tempestata di insulti da simpatizzanti di destra. “Oggi posso confermare – ha affermato – che sarà lui il capolista de La Destra”. Sui costi della Politica e sui privilegi della Casta, pungolato dalle domande di Marco Lillo (firma de Il Fatto) circa l’accumulo di tre indennità per Storace quando andrà in pensione per circa 10mila euro, il consigliere del Lazio ha confermato: “Si godrò di tre indennità: tra vitalizi e pensione (quella da giornalista, il vitalizio da consigliere regionale e quello da deputato ndr), ma da tempo mi auguro venga fatta una legge che imponga un tetto alle pensioni. E’ assolutamente necessario”. Rivedi la puntata integrale

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×