/ /

Videogallery
22 Agosto 2012 | di

Trafficanti di rame, caccia all’oro rosso

Il rame, l’oro rosso come viene chiamato, ha un mercato che non conosce crisi. La quotazione di agosto è di oltre 7 euro al chilo in Italia. Cinque volte tanto rispetto a 10 anni fa. Un metallo prezioso che fa gola a molti, specie ai trafficanti che sono divenuti il flagello delle nostre ferrovie. I cavi per la trasmissione della corrente elettrica ai treni vengono letteralmente staccati per centina di metri. I furti lungo le linee regionali e nazionali sono all’ordine del giorno con conseguenti ripercussioni sul traffico. Lo stesso vale per le linee telefoniche. Carabinieri e Polizia da anni ormai hanno speciali squadre che si occupano solo di catturare i ladri di rame. Bande specializzate capaci di assaltare capannoni e aziende con mitra e pistole pur di accaparrarsi i preziosi carichi. A Fatto d’inchiesta per la prima i predoni, i trafficanti, svelano quella che è la filiera: dal furto, passando per la ricettazione, fino alla reimmissione sul mercato. E poi il racconto dei “cacciatori”, gli agenti delle nostre forze dell’ordine che rischiano la vita ogni giorno per catturare i predoni  di Ercole Rocchetti, montaggio Vincenzo Gioitta, collaborazione Paolo Dimalio

 

 

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×