/ /

Lavoro & precari
18 Maggio 2012 | di

Landini: ‘T. Imerese è un problema di Fiat’

“Non abbiamo intenzione di accettare che Fiat licenzi e chiuda stabilimenti: Termini Imerese e’ un problema della Fiat e del Governo”. Le parole di Maurizio Landini, segretario generale della Fiom, sono chiarissime: “Se si continua così il rischio è che spariscano pezzi interi del nostro sistema industriale”. Giorgio Airaudo, responsabile del settore auto del sindacato dei metalmeccanici, ha commentato con soddisfazione i risultati delle elezioni delle rappresentanze sindacali nel gruppo Fiat, dalle quali la Fiom è stata esclusa: “Quasi un terzo dei lavoratori ha deciso di non partecipare, disertando il voto o annullando la scheda”. “Abbiamo organizzato una nostra votazione simbolica davanti ai cancelli delle fabbriche” – prosegue Airaudo – “e voti che abbiamo raccolto sono superiori a quelli presi dall’organizzazione più votata all’interno degli stabilimenti: è una straordinaria dimostrazione di solidarietà nei confronti della Fiom”. Il sindacato, infine, ha dato appuntamento a domenica 20 maggio a Firenze, dove ha organizzato un’assemblea pubblica con precari, studenti e disoccupati, presentata da Vauro e Giulia Innocenzi che potrete seguire anche in diretta streaming sul nostro sito  di Tommaso Rodano

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×