/ /

Sport & miliardi
22 Aprile 2012 | di

Il Gp-Bahrein si chiude fra arresti e scontri

Il Gran Premio si è chiuso fra il fumo dei copertoni bruciati. Sotto accusa non solo il regime del paese arabo, ma anche la stessa macchina organizzativa della competizione. A cominciare dai team accusati di indifferenza nei confronti della violenta repressione dell’opposizione in atto da mesi. Come testimoniano le immagini, gli incidenti sono continuati anche durante la gara che si [ corsa in un’atmosfera surreale. “La porta è sempre aperta per un dialogo sincero fra la nostra gente”, è stato il commento di re Al Khalifa di fronte agli scontri e agli arresti. Poi ha presenziato al Gran Premio

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×