/ /

Giustizia & impunità
9 Marzo 2012 | di

Quando Dell’Utri incontrava i boss a Milano

L’incontro tra il giovane Silvio Berlusconi e il boss Stefano Bontate negli uffici milanesi del Cavaliere raccontato dal collaboratore di giustizia Francesco Di carlo. Si tratta di uno dei punti fondanti della condanna in Appello per concorso esterno in associazione mafiosa nei confronti del senatore Marcello Dell’Utri. Oggi la Cassazione ha deciso di annullare quel processo e di rifarne un altro. Si riparte, dunque, dalla condanna a nove anni in primo grado. In quella sentenza l’incontro – raccontato ai magistrati dall’ex boss Francesco Di Carlo, già capomafia di Altofonte, poi trafficante di droga a Londra e infine, dopo l’arresto, collaboratore di giustizia – segnerebbe l’avvio del ruolo di mediatore nei rapporti tra Berlusconi e la mafia palermitana. La difesa di Dell’Utri oggi ha detto, invece, che “non c’è mai stato alcun incontro a metà degli anni ’70 tra Berlusconi e i boss mafiosi Di Carlo, Teresi e Bontade”. Per il difensore del senatore, Massimo Krogh, “la Procura di Palermo si è ostinata a credere a questa bugia smentita da tutti gli accertamenti di fatto”. In questa intervista inedita realizzata da Marco Lillo, Di Carlo ricostruisce in dettaglio quell’incontro e i suoi rapporti con Marcello Dell’Utri.
di Marco Lillo

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, che i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 48 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 50 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×