/ / /

Uomo da Marciapiede
9 marzo 2016 | di

Referendum Trivelle, italiani informati? “Me ne fotto”. “Serve a salvare le Tremiti”. Il vox di Ricca

“Un referendum abrogativo ad aprile? Non lo sapevo. E su quale argomento?”. Al momento è improbabile attendersi una larga partecipazione alla consultazione popolare contro le trivellazioni in mare prevista per il prossimo 17 aprile. Tra i cittadini che abbiamo interpellato sul tema, infatti, pochissimi sono informati. “Noi siamo pugliesi e sappiamo bene cosa rischiano le Tremiti con le trivellazioni per la ricerca di giacimenti di gas e petrolio, andremo a votare”, dichiara uno dei pochi intervistati al corrente dell’appuntamento elettorale. “I buchi in mare ho sentito? Ma io me ne fotto” afferma un anziano signore. La gran maggioranza non ha la minima idea di quale sia il tema sul quale gli elettori saranno chiamati a esprimersi fra poco più di un mese. Tra gli informati prevalgono i , ma il vero problema sarà raggiungere il quorum  di Piero Ricca, riprese Ricky Farina

 

 

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 100 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questo limite per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×