/ /

Politica & Palazzo
3 febbraio 2016 | di

Ddl Cirinnà, blob sul peggio dal Senato: “No alla steppodoccio, stepciaild appiscion e all’utero in locazione”

Svarioni, gaffe, grammelot, scivoloni grammaticali: è un minibilancio della discussione sul ddl Cirinnà, in Aula al Senato, dove la demonizzata “stepchild adoption” è stata declinata in creative varianti. Da “step ciald association” a “steppodoccio” fino a stepsciald adòtt” e “stepciaild appiscion”: resta curiosa la coincidenza che la locuzione inglese sia stata pronunciata male dai parlamentari di centrodestra (Ncd e Forza Italia), profondamente avversi alla legge sulle unioni civili. Ma non sono mancate anche altre originali espressioni, come quella adottata dal senatore Mancuso che ha parlato di “utero in locazione”. Scilipoti – nel blob de ilfattoquotidiano.it – furoreggia con i suoi “afferminati” e “uomosessuali” di reminiscenza checcozaloniana, Di Biagio si smarrisce nella pronuncia delle parole “omogenitorialità” e “Costituzione”. Aracri parla di “ìcone” e delle “giannenannine”, poi si inalbera coi suoi colleghi di banco (Barani e Dell’Anna), poco interessati alla sua veemente invettiva. Insomma, come recita un hashtag in auge in queste ore su twitter, è il caso di sintetizzare tutto il dibattito con un bel “disagio Madama”

Gentile lettore, puoi manifestare liberamente la tua opinione ma ricorda che la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 22 alle 7, che il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e che ogni utente può postare al massimo 100 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questo limite per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. Tutti i commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. La Redazione

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×